Azienda Agricola Berritta V.le Kennedy 108 08022 Dorgali NU - +39 0784 95372 / +39 377 325 6459
info@cantinaberritta.it

Agricoltura bio, la Sardegna arranca

La Sardegna era la regina dell’agricoltura biologica, ma sembra aver perso lo scettro. A dirlo è un articolo della Nuova Sardegna che mercoledì 7 marzo ha dato spazio ai dati regionali. L’Isola sarebbe infatti “in forte controtendenza rispetto a un mercato in espansione, che ha raggiunto i 2,5 miliardi di valore”. Secondo i numeri forniti c’è un calo dello 3,7 per cento di ettari coltivati.

Il segno meno accomuna anche la Toscana, ma solo per uno 0,6. Sempre secondo l’articolo, sono in calo anche le imprese biologiche, con un meno 10,8 per cento. Secondo l’esperto di Laore, Gianfranco Farigu, intervistato dal giornalista Antonello Palmas, “la differenza sembra essere nelle difficoltà di un mercato che punta molto sulla fase della produzione e molto meno sulla trasformazione e commercializzazione, più redditizie  anche il contatto tra produttore e consumatore, che in questo settore è più importante, non è molto curato».

Un mercato che sappiamo essere complesso, ma dove invece noi della Cantina Berritta crediamo. E ci crediamo molto. Tanto che stiamo proseguendo nel nostro percorso di certificazione biologica, contribuendo a far risalire il dato offerto dai giornali. Anche perché, a dirla tutta, noi investiamo risorse (di ogni tipo, ma soprattutto risorse passionali) in ogni fase della lavorazione: dalla produzione in vigna a Dorgali, alla trasformazione, sempre curata, e infine alla commercializzazione, curando anche la nostra immagine. Insomma, bio? Per noi è sì. E non vediamo l’ora di ottenere la certificazione. Una certificazione, specifichiamo, che confermerà quanto già facciamo. Il nostro vino è infatti prodotto come cento anni fa!