Azienda Agricola Berritta Viale Kennedy 108 08022 Dorgali NU +39 0784 95372
info@cantinaberritta.it

Le prospettive del vino, secondo l’università Bocconi

Addio fasce di prezzo, sì a quelle definite dalle occasioni di consumo. E’ questa, secondo una recente ricerca, la ricetta per comunicare meglio il vino italiano all’estero. Secondo quanto emerso nella tavola rotonda “La via italiana per la leadership internazionale. La prospettiva del vino”, organizzata alla Sda Bocconi, a Milano (con con Uiv, Federvini, Ice, Assoenologi, Ismea) – questo il link per approfondire l’argomento su Wine News – i produttori italiani, per aumentare il giro d’affari delle esportazioni, dovrebbero affinare le strategie di marketing.

La valle di Oddoene, a Dorgali

In particolare, hanno indicato gli specialisti del settore, si dovrebbero abbandonare le fasce di prezzo (troppe) in cambio di soltanto tre fasce di consumo: “drink”, “fine” e “special”. Il vino italiano, infatti, a livello qualitativo è percepito come superiore a quello francese o dei produttori americani, cileni o australiani. Eppure secondo quanto evidenziato dalla Bocconi, questo non si tramuta in un valore aggiunto. Il passo per accrescere le vendite è quindi semplice e risponde all’ordine della semplificazione.